Domenica prossima riparte il campionato di rugby di serie B

Ragusa, 16 gennaio 2015 – Dopo quasi un mese di sosta, domenica riparte il campionato nazionale di serie B di rugby con la seconda fase, quella che determinerà sia le due squadre che acquisiranno il diritto a disputare i play off per la promozione in serie A che le due retrocesse in serie C1. Il Padua Rugby Ragusa, in virtù del suo ultimo posto nella prima fase, è stato inserito nella Poule Salvezza, nella quale ritroverà Reggio Calabria e Svicat Lecce, e anche Colleferro, Partenope Napoli e Capitolina Roma cioè le ultime tre classificate dell’altra poule dell’Area 4. Dunque sei squadre il cui unico obiettivo sarà quello di evitare i due ultimi posti, posti che a fine stagione porteranno all’inferno della C1. Per gli uomini di German Greco il compito non sarà facile visto che, tra le sei, il Padua è stata l’unica a non aver conquistato nemmeno un punto nella fase precedente. Ma l’allenatore argentino non sembra preoccuparsene più di tanto. «Finalmente si gioca. Abbiamo approfittato di queste vacanze per allenarci, e i ragazzi hanno lavorato sodo. Adesso dovremo mettere in pratica tutto quello che abbiamo fatto in queste settimane. Purtroppo ho ancora qualche ragazzo fermo per infortunio, ma rispetto alla penuria di giocatori di qualche mese fa, adesso mi va di lusso». Il sorteggio non è però stato benevolo con i biancazzurri, riservando loro prima il forte Reggio Calabria in casa e poi l’ostica trasferta nella tana della Partenope Napoli. Ma anche in questo caso non ci si dispera più di tanto e sia al team manager Ciccio Schininà («Reggio è il peggior cliente di questa seconda fase. Senza i 12 punti di penalizzazione la squadra di Palmer sarebbe stata ammesso alla Poule Promozione. Si tratta quindi di un XV una spanna sopra gli altri e che avremmo volentieri fatto a meno di affrontare. Il fatto che ci giocheremo alla prima di campionato, invece che più avanti, non fa nessuna differenza, tanto prima o poi dovremo affrontare tutti») che a coach Greco («Giocare con una squadra forte è un vantaggio perché i giocatori ritenuti più deboli tendono a mantenere alta la concentrazione per tutta la partita. E poi Reggio è una squadra ben organizzata e di conseguenza permette anche agli avversari di giocare organizzati») la cosa sembra non toccare affatto. Ma che squadra affronterà domenica il Padua? Certamente una formazione ben organizzata, capace di mettere su azioni multifase e che, crediamo, arriverà a Ragusa con tutto l’organico a disposizione. Per questo per i ragusani non sarà una partita facile. Ancora Pope Greco: «I reggini hanno un buon pacchetto di mischia, e il loro punto di forza è la maul da touche. Dovremo fare molta attenzione a questo fondamentale. Ripensando alla partita della prima fase, però, sono ottimista perché allora abbiamo difeso discretamente, giocando molto bene con i trequarti. Penso che domenica andrà meglio». German Greco è comunque cosciente del fatto che per battere Reggio ci vorrà un’impresa della sua squadra, e per questo resta con i piedi ben piantati per terra: «È normale che si scenda sempre in campo per vincere. Lo faremo anche noi domenica, pur avendo la consapevolezza di affrontare un avversario molto forte. Vincerà la squadra che giocherà meglio e che commetterà meno errori. Il nostro obiettivo sono i cinque punti, ma anche una sconfitta con punti di bonus potrebbe andarmi bene. Chiudere l’incontro senza raccogliere punti, invece, sarebbe una delusione. Le somme però le tireremo a fine partita». Il fischio d’inizio sarà dato dal signor Maurizio Costantino della sezione di Messina alle ore 14:30 e l’ingresso al campo del Rugby di via della Costituzione sarà, come sempre, libero e gratuito.

 

Print Friendly, PDF & Email