Impresa storica per l’Andrea Licitra Pallamano Ragusa che ha concretizzato l’obiettivo della promozione in Serie A1

L’ANDREA LICITRA PALLAMANO RAGUSA COMPIE L’IMPRESA STORICA. BATTE L’AETNA MASCALUCIA E APPRODA IN A1 CON DUE TURNI D’ANTICIPO. MAI NESSUNA SOCIETA’ IBLEA IN PRECEDENZA AVEVA RAGGIUNTO UN SIMILE OBIETTIVO

E’ impresa storica. Mai, in precedenza, nessuna società sportiva ragusana aveva tagliato tale traguardo. C’è riuscita l’Andrea Licitra Pallmano Ragusa che, sabato sera, dopo essersi aggiudicata la vittoria ai danni dell’Aetna Mascalucia con il risultato di 25 a 21 (12-12 il finale del primo tempo), è salita sul pulpito, essendo stata in grado, da matricola, di concretizzare l’obiettivo più ambito, la promozione nel campionato di Serie A1. Una cavalcata vincente quella dell’Andrea Licitra Pallamano Ragusa che ha dato così prova di essere stata costruita per la concretizzazione di un sogno, grazie alla determinazione del presidente Giuseppe Girasa e di tutti coloro che l’hanno collaborato. Poco da raccontare, invece, per quanto riguarda una partita, quella di sabato scorso, in cui la tensione era palpabile sin dall’inizio. Un incontro che nel primo tempo non ha fatto registrare sprazzi di spettacolo visto che i padroni di casa hanno dato vita a giocate con parecchi alti e bassi. Troppi errori in difesa e in attacco dettati, appunto, da un peso enorme che gli iblei si sono caricati sulle spalle per raggiungere l’obiettivo. Nella ripresa, però, le cose sono cambiate e, con un poco più di spensieratezza e consapevolezza delle proprie capacità, i ragusani hanno cominciato ad ingranare la marcia giusta, con il piede che è sempre rimasto premuto sull’acceleratore. Ottime le prestazioni dei due portieri Schembari e Anzaldo che, tra rigori e azioni di gioco, hanno difeso egregiamente la loro porta. Alla fine, però, quello che era più importante è arrivato. E cioè il successo nel match che ha significato la promozione nella massima serie ottenuta, tra l’altro, nel contesto di una splendida cornice di pubblico. Grande festa, quindi, nel finale. “Molti errori, senza dubbio – ammette l’allenatore Salvatore Russo – ma con una partita cosi, dove le emozioni e la tensione erano a fior di pelle, non si poteva fare altro. I ragazzi hanno giocato per portare a casa un risultato storico e ci sono riusciti. Sicuramente non era una partita in cui tracciare determinate analisi di gioco o focalizzarsi su errori o cose fatte bene. L’importante era vincere. E ce l’abbiamo fatta”. Dal canto suo, il presidente Girasa, entusiasta per il traguardo tagliato, parla di tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento del successo. “Vorrei ringraziare di cuore – sottolinea – tutti i ragazzi e lo staff per aver creduto in questo progetto. Ringrazio tutti i nostri partner e gli sponsor, a cominciare dal main sponsor Andrea Licitra. È anche grazie a loro se oggi abbiamo raggiunto questi traguardi. Questa è stata una vittoria nostra ma anche di chi ci ha aiutato. Ringraziamo anche il sindaco Federico Piccitto e il vice Massimo Iannucci che, con una sorpresa inaspettata, ci hanno privilegiato della loro presenza. E, poi, naturalmente, un grazie doveroso al nostro pubblico che ha assiepato la palestra di via Bellarmino sostenendoci in maniera straordinaria. Vorrei anche fare i migliori auguri di pronta guarigione al nostro giocatore Christopher Ficili che, a causa di un brutto impatto, è stato ricoverato d’urgenza per emorragia renale. Gli vogliamo dire che, in attesa di buone notizie, gli siamo molto vicini”.

Print Friendly, PDF & Email