Judo, diversamente abili: tre atleti siciliani sul podio

Si è concluso con tre medaglie d’oro ad altrettanti ragazzi di Palermo, il campionato italiano disputato a Roma

Tre titoli italiani, tre medaglie d’oro, ad altrettanti atleti diversamente abili, siciliani. Si è conclusa così, a Roma, la~VII~edizione del campionato italiano di Judo Fisdir per atleti portatori di disabilità. I giovani, d’età compresa tra 16 e 24 anni, militano tutti nell’Asd Shiro Saigo, palestra di Palermo nella quale si allenano ogni giorno per alcune ore. Si sono aggiudicati il titolo di Campione d’Italia, Gaspare Gabriele Alfeo, nella categoria 60 kg; Francesco Gliubizzi nella categoria promozionale 55 kg e Davide Migliore, nella categoria agonisti 55 kg. Alfeo si è confermato campione in carica. Migliore ha mostrato di meritare di far parte della nazionale italiana di judo disabili. A Migliore nei giorni scorsi è stato anche assegnato a Villa Niscemi (Palermo), il Premio ‘Azzurri d’Italia’, un riconoscimento tributato a personaggi dello sport che si siano distinti in campo nazionale e internazionale.
Quanto alla squadra degli atleti siciliani, guidata dal maestro Rosolino Giglio e dal direttore tecnico Giosuè Giglio, si è piazzata al quarto posto nella classifica nazionale per società. “Avere raggiunto il massimo risultato con i nostri atleti, ci rende particolarmente felici”, hanno affermato maestro e direttore tecnico per i quali “quest’anno per noi è stato particolarmente difficile”. “Abbiamo avuto difficoltà – hanno raccontato – nel trovare~una struttura che consentisse di fare attività sportiva con questi meravigliosi ragazzi~e con tutti i nostri atleti”. “Un ringraziamento particolare – hanno aggiunto – lo dobbiamo a Banca Nuova che ormai da anni non ci fa mancare il prezioso sostegno. E alla polisportiva Conca d’Oro di Palermo per l’ospitalità concessa, necessaria per il conseguimento di questo successo”.

Print Friendly, PDF & Email