La Russia vince la 17^ Edizione del Torneo internazionale di Calcio a 5 WISPA

RAGUSA – La Russia si aggiudica il primo posto in classifica, sia nella categoria under 35 che over 35, alla 17esima edizione del torneo internazionale di calcio a 5 Worldwide Indoor Soccer Police Association che si è svolto nelle scorse settimane a Ragusa.

Un evento internazionale, nato a Wavre in Belgio sotto la direzione di Luc Barlon, organizzato quest’anno in Sicilia dal Gruppo Sportivo della Polizia Municipale di Ragusa richiamando centinaia di atleti appartenenti alle forze di polizia. Prima volta per Ragusa, con la collaborazione del Comune di Ragusa – Assessorato allo Sport, il torneo è stato abbinato all’undicesima edizione della Coppa Città Barocca.

Una settimana di sport, dal 18 al 24 settembre, con tante partite in programma che si sono svolte all’Athena Resort, a cui hanno fatto seguito in questi giorni anche escursioni e visite guidate prima della definitiva partenza degli atleti. Ma ci sono stati anche momenti dedicati alla solidarietà e al dibattito su tematiche di attualità. Ben 170 gli atleti appartenenti alle forze di polizia arrivati nel capoluogo ibleo da ogni dove: Barbados, Belgio (che insieme ad Irlanda ha creato un’unica delegazione), Brasile, Canada, Cina, Estonia, Francia, Inghilterra, Malta, Svizzera, Romania (che ha partecipato con ben due delegazioni), Russia (una delle delegazioni più corpose), Turchia, Ucraina (anche in questo caso due delegazioni), e poi numerose delegazioni dall’Italia e in particolare dalla Sicilia. Quasi tutto il mondo si è ritrovato sotto il segno dell’amicizia tra popoli e del sano sport per un momento dedicato non solo al calcio, ma anche al fair play e alla fratellanza nello sport, come nella vita.

Buoni risultati sportivi anche per le squadre nostrane. Per la categoria under 35 infatti terzo posto per la squadra della Capitaneria di Porto di Pozzallo, quarto per quella del Comando provinciale dei Carabinieri di Ragusa e quinto per il Comando provinciale Guardia di Finanza di Ragusa. Per la categoria over 35 invece terzo posto per la squadra del Commissariato di Vittoria e settimo per quella della Questura di Ragusa.

Oltre allo sport, molto interessante è stato il confronto su tematiche importanti, quali l’immigrazione clandestina e il possibile legame con la criminalità organizzata, a cui hanno partecipato i rappresentanti dei diversi Paesi, oltre al dirigente della Prefettura di Ragusa Ferdinando Trombadore, il questore di Ragusa Salvatore La Rosa e il comandante provinciale dei Carabinieri Federico Reginato.

Unanime il parere emerso dal dibattito: il fenomeno dell’immigrazione clandestina va affrontato con misure apposite direttamente nei Paesi di origine e non a monte, cioè nei vari Paesi di destinazioni. Si è anche parlato della criminalità organizzata legata alla gestione dei migranti e anche in questo caso gli interventi sono stati concordi nell’auspicare azioni di prevenzione a partire dalle terre di provenienza.

Non solo attualità, ma anche beneficenza come da tradizione del torneo. Per questa 17^ edizione il Gruppo Sportivo della Polizia Municipale di Ragusa ha voluto devolvere il ricavato raccolto di 1700 euro ai bambini ricoverati al reparto di Onco-ematologia pediatrica del Policlinico di Catania, diretto dalla professoressa Giovanna Russo.

“Siamo molto soddisfatti di questa esperienza– commenta Giovanni la Cognata, presidente del gruppo sportivo della Polizia municipale di Ragusa – che ci ha permesso di conoscere colleghi provenienti da tutto il mondo, con molti dei quali, grazie allo sport, si è instaurato un rapporto di amicizia che va al di là del confronto professionale”.

Entusiaste le varie delegazioni che hanno colto l’occasione per conoscere il territorio ibleo e le sue ricchezze grazie anche ad alcune escursioni organizzate dal gruppo ospitante: “I nostri colleghi sono rimasti affascinati dalla bellezza di Ragusa e dell’intera provincia – dichiara Gianni Malandrino, vicepresidente gruppo che si è occupato dell’intera logistica – Abbiamo visitato Ragusa Ibla, Marina di Ragusa, Modica, Scicli, riuscendo anche a spingerci oltre provincia, a Siracusa, a Noto e persino sull’Etna. La scoperta del nostro territorio possiamo dire che sia stata la ciliegina sulla torta di una intensa settimana di appuntamenti, tra partite e momenti dedicati al confronto e alla socializzazione”.

Prossimo impegno adesso per il gruppo sportivo ibleo, che per l’occasione si unirà con il gruppo della Polizia Penitenziaria di Pavia, è in Olanda, dal prossimo 9 ottobre, con un nuovo torneo di calcio a 5 con ben 2000 partecipanti, riuniti in più di 150 squadre.

Print Friendly, PDF & Email