Minisoccer tre vs tre, dal 20 a Marina di Ragusa il torneo promosso dalla scuola calcio Meta Sport con il CSEN

Ragusa, 16 luglio 2015 – La scuola calcio Meta Sport del professore Carmelo Messina, dopo aver concluso la stagione sportiva, sta organizzando la settima edizione del torneo minisoccer 3 contro 3 denominato “Marina nel pallone” che si svolge in piazza Malta nella frazione rivierasca di Ragusa dal 20 luglio al 21 agosto. L’evento, promosso con il supporto del comitato provinciale Csen Ragusa, è riservato alle seguenti categorie: juniores anni 96/97, allievi anni 98/99, giovanissimi 2000/01, esordienti 2002/03, pulcini 2004/05 e infine la grande novità di quest’anno, ovvero la categoria senior over 35, con l’intento di poter dare la possibilità di partecipare anche ai papà che da parecchio intendono mettersi in gioco. “L’obiettivo della Meta Sport – dice il prof. Messina – è quello di creare dei momenti di aggregazione, con l’intento di far divertire atleti e famiglie. La competizione è anche aperta a tutti coloro che vogliono giocare e divertirsi pur non facendo parte di società sportive”. Il torneo, inserito nel programma delle manifestazioni estive del Comune di Ragusa, è ormai diventato una realtà consolidata dell’estate di Marina e per questo stesso motivo in grado di coinvolgere turisti, residenti e appassionati di questo sport. “Si tratta di un momento speciale di aggregazione – riferisce il presidente del Csen provinciale, Sergio Cassisi – e per questo motivo, a maggior ragione, non potevamo non sostenere una manifestazione che punta a diventare una delle iniziative di maggiore richiamo, a livello sportivo, dell’estate a Marina di Ragusa. Il fatto poi che la stessa si svolga nella centralissima piazza Malta costituirà motivo di richiamo per tutti coloro che si appassionano al calcio e che per questo motivo potranno farla propria in maniera completamente differente dal solito. Un mese di gare significa che il torneo sarà totalizzante e assolutamente da vivere per tutti coloro che lo animeranno e per quanti avranno, invece, il piacere di assistervi”.

Print Friendly, PDF & Email