Pareggio sofferto ed immeritatissimo quello ottenuto dal Martina calcio contro il Vittoria Calcetto

Pareggio sofferto ed immeritatissimo quello ottenuto dal Martina calcio contro il Vittoria Calcetto presso il Palazzetto dello Sport di Vittoria. Dopo la travagliata sconfitta contro il Rionero arriva il pareggio il Martina. Ed ecco puntuale l’ennesima beffa che accompagna le prestazioni della compagine biancorossa, infatti dopo il gol del momentaneo vantaggio nei confronti delle ragazze allenate da Mr Fanizzi, le stesse agguantano il pareggio causando il malumore della tifoseria locale e dei dirigenti per le modalità con le quali hanno raggiunto il pari. Infatti l’azione nasce da un fallo commesso da una atleta del Martina ai danni della Firrincieli all’altezza dei 10 metri della metà campo biancorossa che resta a terra dolorante. Il Martina invece di applicare la cosiddetta norma del Fair Play hanno preferito continuare l’azione e concretizzarla in rete causa il momentaneo black out delle vittoriesi che si aspettavano un gesto di fair play nei confronti della compagna rimasta a terra. Nonostante le recriminazioni da parte biancorossa l’arbitro decideva sulla concessione della rete. Subito la reazione delle vittoriese che costringono più volte il portiere ospite agli straordinari, tanto da risultare la migliore in campo, ma le ragazze di Mr. Nobile imbufalito per la mancata interruzione del gioco sull’azione precedente del pari, cercano a più riprese di riprendere le redini del gioco. Nel secondo tempo Mr. Nobile cerca di dare maggiore peso in attacco inserendo Todaro che ricambia la fiducia con il gol del momentaneo vantaggio, che viene sprecato mancando ripetutamente il doppio vantaggio, con la Militello, la Ricupero e la stessa Todaro che dopo aver dribblato mezza difesa manca incredibilmente il terzo gol, a porta vuota, e che avrebbe potuto chiudere la gara in favore della squadra locale, ma come sempre da una possibile vittoria si è passati al gol del pareggio che premia non troppo meritatamente il Martina. Inutile gli assalti delle biancorosse che si infrangeranno ripetutamente sulle braccia e sui piedi del portiere ospite.

La gara si chiude sul punteggio di 2 pari tra due società che potranno dire la loro durante il prosieguo del campionato, gara sostanzialmente corretta, con l’unica nota stonata per come sopra riportato della mancata applicazione del fair play (considerato l’ottimo rapporto tra le due società, la dirigenza locale non ha gradito quanto accaduto e ciò ha indispettito anche il pubblico) tanto che a fine gara sono continuate gli scambi di opinioni che hanno seguitato a tenere accesi gli animi.

Domenica il Vittoria andrà a rendere visita all’altra compagine siciliana del REV P5 Palermo, con l’unico derby di questa stagione, l’auspicio è che le atlete biancorosse abbiano

A riprendere il ruolino di marcia precedente al trittico appena concluso che ha portato il misero bottino di un solo punto. Siamo certi che l’aria del derby potrebbe risvegliare dal torpore qualche atleta.

Print Friendly, PDF & Email