Pronto riscatto per le giovanili del Padua Rugby Ragusa

Ragusa, 25 novembre 2014 – In un’insolita tiepida domenica di Novembre tocca ancora alle giovanili scendere in campo per i colori biancazzurri. Dopo il black out contro l’Audax la banda Maugeri era chiamata al riscatto contro i pari età della Fiamma Cibali e cosi è stato. Coach Maugeri sposta qualche pedina rispetto a 7 giorni fa e dopo 10 minuti di studio arriva la prima meta di un ottimo Gabriele Ragusa. Castellino, nell’inedito ruolo di piazzatore, non trasforma. Sul 5 a 0 i biancazzurri avrebbero l’opportunità di allungare ma sprecano troppo e i catanesi ne approfittano realizzando la meta del pareggio (non trasformata) che porta le due squadre all’intervallo. Il secondo tempo inizia così come era finito il primo: la Fiamma Cibali attacca e il Padua difende, per lo più in maniera ordinata e soprattutto senza cali di concentrazione ed è dalla fase difensiva pulita che nascono le due mete che chiudono la gara, rispettivamente vanno a marcare Fabio Miceli (Castellino trasforma, 12 a 5) e Angelo Tumino (non trasformata) per il 17 a 5 finale. Negli ultimi 5 minuti di partita c’è la fiammata della Fiamma Cibali che si riversa in attacco e costringe il Padua a stringere i denti in 14 per l’ammonizione di Gabriele Ragusa. Al fischio finale grande gioia e un pizzico di sollievo per la banda Maugeri che festeggia il ritorno alla vittoria tra le mura amiche; buona la prova dei ragazzi che hanno mostrato maggiore attitudine difensiva e concentrazione per l’intero arco dell’incontro. Grandi complimenti vanno ai ragazzi catanesi che hanno lottato per 60 minuti senza mai mollare di un centimetro. Sorrisi anche per la Diciotto di coach Gurrieri che si impone per 28 a 19 sempre sulla Fiamma Cibali. La cronaca parla di una partita tutto sommato ben gestita dai ragusani che, senza brillare, portano avanti il compitino fino al 28 a 7. Poi la concentrazione cala, la difesa, fino a quel momento la cosa migliore dei ragusani, vacilla un po’ e i catanesi ne approfittano andando in meta su due erroracci biancazzurri da touche e da mischia fissando il risultato sul 28 a 17. Abbastanza auto critico coach Gurrieri: “Di positivo oggi il risultato e una buona difesa, la Fiamma Cibali ha messo a nudo le nostre lacune, soprattutto in touche, e in attacco siamo stati troppo sterili. È vero che abbiamo avuto molte assenze e sono stato costretto a schierare molti uomini fuori ruolo ma questa non è una scusante, semmai uno stimolo a lavorare di più: ci aspetta una settimana di lavoro intensa”. Per la mera cronaca registriamo le mete di Firrito, Costa e due di Vona. Appuntamento a domenica prossima con gli amici dei Briganti di Librino.

 

Print Friendly, PDF & Email