Ragusa. Domenica primo galà arti marziali promosso dall’Eragon

RAGUSA – Arriva la prima edizione del “Galà delle arti marziali”. E’ promossa dall’associazione sportiva Eragon, in collaborazione con il comitato provinciale Csen di Ragusa, con in testa il presidente Sergio Cassisi. Lo stage, previsto per domenica 10 aprile, vedrà la partecipazione di maestri e atleti di differenti arti marziali, provenienti da ogni parte dell’isola, i quali presenteranno i diversi aspetti della disciplina da loro praticata. Tra le arti marziali in vetrina, infatti, ci saranno ju jitsu, taekwondo, kung fu, aikido e brasilian ju jitsu. Christian Pediglieri, direttore sportivo e maestro dell’associazione sportiva Eragon, spiega che “sarà un’occasione per mettere a confronto realtà marziali diverse, con l’intento di creare uno scambio utile alla crescita dei nostri ragazzi. Infatti – continua – solo il confronto tra realtà diverse può fornire una giusta maturità e consapevolezza nella pratica di un’arte marziale”. Lo stage si terrà a Ragusa, dalle 9 alle 18, presso i locali della palestra Vitality, in via Germania 10. L’ingresso sarà aperto al pubblico e a tutti coloro che intendono avvicinarsi alle arti marziali, in un’ottica di crescita e miglioramento di sé. “Stiamo parlando – dice Cassisi – di un appuntamento che si annuncia senz’altro interessante anche perché, per la prima volta, si confrontano varie discipline legate al mondo delle arti marziali. E questo sarà senz’altro utile perché ci permetterà di guardare con un certo interesse alle opportunità di crescita dell’intero movimento che, nell’area iblea, sta facendo registrare passi in avanti molto interessanti. Cercheremo di procedere con la stessa determinazione di sempre, anche in questo caso, non dimenticando che il maestro Christian Pediglieri è il nostro responsabile provinciale di settore per quanto riguarda il ju jitsu nell’ambito del pianeta Csen. Ed era dunque opportuno che fornissimo il nostro sostegno a un appuntamento che si annuncia di grande richiamo e che ci consentirà di guardare da una differente prospettiva il mondo delle arti marziali”.

Print Friendly, PDF & Email