A.S.D. Città di Ragusa. Le valutazioni di Raciti dopo l’amichevole con il Santa Croce

“Abbiamo già fatto meglio rispetto alla volta scorsa. I ragazzi stanno entrando sempre di più in quella che dovrebbe essere la giusta mentalità. Certo, perdere, anche se in amichevole, non piace a nessuno. Ma noi dobbiamo convincerci che stiamo recuperando il terreno perduto. E rispetto alla partita con il Modica abbiamo compiuto numerosi passi in avanti”.

Lo dice l’allenatore dell’Asd Città di Ragusa, Filippo Raciti, dopo il test di ieri sul campo del Santa Croce che si è chiuso con il risultato di 2-1 per i padroni di casa. Tutto è accaduto nel primo tempo. Prima le due reti dei camarinensi, quindi il gol azzurro siglato da Rimmaudo.

“Nella ripresa, comunque – prosegue Raciti – abbiamo avuto anche le nostre occasioni. Abbiamo cercato di essere sempre molto pungenti. Abbiamo un gruppo di ragazzi che potranno recitare la loro parte nel prossimo campionato di Eccellenza. E’ chiaro che mancano ancora delle pedine. Ma so che la società, con in testa il direttore sportivo Franco Pluchino, sta operando per fare in modo che queste lacune possano essere colmate. Siamo convinti che andremo a fare bella figura nel prossimo campionato senza dimenticare che domenica avremo il primo impegno ufficiale della stagione, quello di Coppa Italia sul campo del Caltagirone”.

Raciti, insomma, è convinto che il percorso avviato sia quello giusto. “I nostri – continua – si impegnano al massimo anche perché hanno sentito il peso della maglia. Non è un caso che contro il Ragusa tutti si impegnino allo spasimo pure in amichevole. E’ naturale, dunque, che noi dobbiamo fare sempre di più per riuscire a superare tutte queste potenziali avversità”. Il Città di Ragusa ricomincerà con gli allenamenti domani pomeriggio. Mercoledì ci sarà doppia seduta mentre giovedì e venerdì gli allenamenti saranno nel pomeriggio. Sabato, invece, la seduta di rifinitura mattutina. “E’ questa la settimana tipo che abbiamo già predefinito – continua Raciti – e che ci permetterà di condurre la squadra alla fase iniziale del campionato di Eccellenza in cui gli azzurri intendono senz’altro ben figurare”.

 

Print Friendly, PDF & Email