Stefano Frasca (Se la ami la cambi) su Galà Arti marziali a Vittoria

PRIMA EDIZIONE “KAPPAO MANIA” A VITTORIA. CIRCA 200 ATLETI SUL RING DELLA CITTADELLA FIERISTICA EMAIA. STEFANO FRASCA (SE LA AMI LA CAMBI): “APPUNTAMENTO CON LE ARTI MARZIALI HA RISCONTRATO UN BUON SUCCESSO”

VITTORIA – Appuntamento con le arti marziali domenica 5 marzo a Vittoria. Presso la Cittadella fieristica Emaia si è svolta infatti la prima edizione del “Kappao Mania”, organizzata dalla società sportiva “Schininà boxing team” guidata dai maestri Emanuele Schininà e Christian Costarelli. Sono state coinvolte più di 40 associazioni sportive con ben 138 bambini e 64 adulti che sin dalle 9 di mattina sono stati protagonisti di più di 80 incontri disputati tra ring e tatami. Undici invece le sfide del gran galà serale.

Il consigliere comunale di “Se la ami la cambi” Stefano Frasca fa i complimenti agli organizzatori per l’ottima riuscita dell’evento e per avere messo in vetrina la città ipparina. “I ragazzi del Team Schininà –ha esordito Frasca- hanno dimostrato che con tanta passione e volontà si possono organizzare iniziative coinvolgendo nel corso della giornata più di mille persone tra appassionati degli sport da combattimento e semplici curiosi. Gli atleti provenivano da tutta la Sicilia ed anche dalla Puglia”.  Tra i vari atleti saliti sul ring  e che si sono distinti ci sono la giovane Adele Sciortino, Salvatore Cicerone e Fares Haitam, ragazzo di origini egiziane che grazie al maestro Schininà ha scoperto la passione per le arti marziali.

“E’ stata una bella domenica all’insegna dello sport –ha concluso Frasca- con tanti giovani vittoriesi che hanno portato in alto i colori della nostra città. Ancora una volta questa Amministrazione si dimostra vicino agli sport considerati minori ma che in realtà sono quelli in cui i nostri ragazzi ci regalano tante soddisfazioni. Mi piace sottolineare la storia di Fares, vittoriese di adozione ed esempio di integrazione grazie allo sport. Ancora complimenti ad Emanuele Schininà e Christian Costarelli per le loro capacità organizzative di eventi di rilievo come questo”.

Fares Haitam, Emanuele Schininà e Stefano Frasca
Print Friendly, PDF & Email