Vittoria col botto. Dopo la sconfitta di domenica scorsa ecco il Vittoria che non ti aspetti

VITTORIA – Vittoria col botto. Dopo l’immeritata sconfitta di domenica scorsa contro la Salernitana, ecco il Vittoria che non ti aspetti. Brindisi per la prima vittoria stagionale in casa per la ASD Vittoria Calcetto, che ha motivo di festeggiare per la vittoria contro la corazzata Woman Napoli, allenata da Mr. Enzo Tramontana, prima in classifica ed imbattuta prima di affrontare la compagine biancorossa.

PRIMO TEMPO – La Woman Napoli parte subito forte, cercando con insistenza la rete del vantaggio, con la Dias e la Pugliese che si rendono pericolose in qualche circostanza. Il Vittoria dopo aver subito l’ ottima partenza delle partenopee, tentano di alleggerire la pressione, con un paio di conclusioni da fuori area con la Ricupero e con la Militello. Il primo tempo trascorre con le partenopee alla ricerca del varco giusto per finalizzare in rete e la Vittoria Calcetto che chiude tutti i varchi, non disdegnando nelle ripartenze di rendersi pericolosa impegnando l’ex portiere di turno D’Angelo. Il Vittoria sul finire della prima fazione cerca ancora di rendersi pericoloso con il suo centrale Militello e con Steno; le loro conclusioni però non impensieriscono l’estremo difensore partenopea granata.

SECONDO TEMPO – Al rientro dagli spogliatoi le Biancorosse partono subito all’attacco: dopo appena 1’ e 52” fanno esplodere il Palazzetto dello Sport con un gollazzo del centrale Militello che infila dalla distanza l’incolpevole D’Angelo. Inizia la salita per le ragazze di Tramontana che sembrano accusare il colpo, tanto che il Vittoria sulle ali dell’entusiasmo e di una ritrovata solidità difensiva raddoppia con Claudia Ricupero al 2’ e 01” che trasforma il Palazzetto in una bolgia mancante da tempo. Il Vittoria oltre alla ritrovata verve realizzatrice della Ricupero e della Militello ritrovano un super portiere che risponde al nome di Rita Basile che blocca tutto quanto passi dalle sue parti (prestazione super e migliore atleta della gara) il Woman Napoli accusa il colpo e Mr. Tramontana prova a dare una svolta alla gara provando a scardinare la difesa biancorossa inserendo il cosiddetto portiere volante. Ma è ancora il Vittoria di Mr. Nobile che al 7’ e 42” ancora con Claudia Ricupero (gol n° 100 in serie A) che triplica le reti della squadra locale. La Woman Napoli prova e riprova da tutte le parti ad entrare nel cuore della difesa biancorossa, ma quando in qualche occasione vi riesce si ritrova una Basile in stato di grazia, che para tutto quanto c’è da parare, dando nel contempo una grossa iniezione di fiducia alle proprie compagne. Il Palazzetto esplode ed incita la biancorosse a gran voce, nonostante i continui cambi di alcune atlete il Woman Napoli non trova la via della rete ed il Vittoria si affida alle continue ripartenze dell’inesauribile Ricupero, supportata sui laterali dalla rientrante Firrincieli, ancora in fase di recupero, ma si è sentita la sua presenza nel far risalire la squadra con i tempi giusti e dalla Steno oggi apparsa più concentrata ed attenta delle ultime apparizioni. Da elogiare anche Cannizzo che si è trovata di fronte la Dias autentica mattatrice della squadra di Mr. Tramontana, ma che quando chiamata in causa si è fatta trovare pronta, cosi come la Baba e la Todaro alla prima apparizione nei campi di serie A. si prosegue ancora con il Napoli che cerca di accorciare e con il Vittoria che riparte facendo sempre più paura fino a quando al 15’ e 04” arriva il quarto ed ultimo gol della giornata che chiude in maniere spietata la possibilità di recuperare la partita alla squadra di Mr. Tramontana nel frattempo allontanato dall’arbitro. Il risultato resta inchiodato sul 4 a 0. Al minuto 19’10” e la Woman Napoli a far tremare la porta biancorossa, sfiorando il gol a 50cm dalla porta con una parata delle sue da parte di Basile che ancora sulla ribattuta para sulla linea di porta. Fino al termine è un monologo partenopeo, alla ricerca quanto meno del gol della bandiera, ma ritrova ancora Basile miracolosa su un tiro in diagonale all’incrocio dei pali. Tutte le ragazze del Vittoria fanno quadrato all’altezza dei 10 metri, fino al triplice fischio che decreta la fine delle ostilità, ed ancora una volta il boato del Palazzetto esplode di gioia, alle partenopee non resta che arrendersi alla migliore difesa in assoluto ( non a caso) del campionato di serie A/2 e festeggiare con i propri sostenitori l’impresa nell’aver battuta una corazzata arrivata a Vittoria imbattuta.

Mr. Nobile che gara è stata quella disputata dalle sue ragazze. “ Quella di oggi è stata sicuramente la migliore di questo inizio di campionato, mi auguro che possano seguirne altre, certamente fa morale e ci risarcisce della sventurata gara di Salerno. Questo è uno sport in cui un momentaneo vantaggio può non bastare per vincere una gara. Lo avevo detto alle mie nello spogliatoio. Se abbassi un poco il ritmo, hai davanti a te squadre che possono riprendere la partita come successo a Salerno. Nella ripresa abbiamo iniziato molto bene, senza mai abbassarci troppo e rispettando le consegne, la squadra inizia a prendere forma ed inizia ha mostrare il suo vero valore, sono certo che possiamo migliorarci”.

Presidente Leta, che cosa è scattato nelle sue atlete.” Debbo dire che abbiamo disputato la migliore gara in assoluto, della stagione davanti alla migliore squadra del girone D. Loro hanno costruito una squadra venendo dal girone Elite per risalire subito e debbo dire che hanno fatto bene le loro scelte, inoltre sono allenate da Mr. Tramontana tecnico esperto e di categoria che ha vinto il primo titolo in assoluto di calcio a 5 femminile con al Pro Reggina, ma noi abbiamo anche il nostro di Mr. quale è Davide Nobile che ogni hanno riesce a far salire l’asticella delle prestazioni delle proprie atlete. Sulla gara posso dire che sono contentissimo per come è andata, un premio ai sacrifici di noi tutti, che si basa solo sulle nostre forze non potendo contare su contributi pubblici, spesse volte promessi e mai mantenuti, ma solo su sponsor privati che ci danno la loro fiducia e che cerchiamo di ricompensare con queste prestazioni. L’importante è rappresentare questo sport e questa città che ultimamente viene maltrattata, da tutti a torto. Mi auguro che i vittoriesi presenti sugli spalti possano aumentare ad ogni partita, anche se qualcuno spesso e volentieri ci rema contro, non riconoscendo il valore ce questa società rappresenta in ambito sportivo, ma questi meriterebbero altri discorsi ed in altre sedi. Oggi mi gusto questa vittoria e colgo l’occasione per ricordare a me stesso e a tutti gli spettatori e tifosi presenti al Palazzetto e che ci seguono che abbiamo in casa una ECCELLENZA del calcio a 5 Nazionale che risponde al nome di Claudia Ricupero che oggi ha festeggiato il gol n° 100 in serie A ( la società la premierà nella gara del 1° Novembre in casa), e che a futura memoria è stata la prima atleta vittoriese ad essere convocata nelle prima convocazione in assoluto della Nazionale di Calcio a 5 femminile, ma assieme a Lei un grazie al Capitano Rita Basile per la superba prestazione, a Daniel Militello che pur essendo un pivot difensore ha un ruolino di marcia da fare invidia ad un bomber di razza, a Flavia Firrincieli che pur reduce da un brutto infortunio ha voluto esserci, non limitandosi al normale svolgimento del compito, a Martina Steno, ritornata ai suoi livelli, alla giovane Giuliana Cannizzo, a Sherin Baba, alla nuova arrivata Todaro ed a tutte le altre ragazze in panchina ed in tribuna che hanno dato il loro contributo morale alle compagne in campo.

Infine al mio Mr. Davide Nobile che fa soffrire qualcuno in tribuna, e per la sua concretezza nel trovare il giusto equilibrio nella squadra da mettere domenicalmente in campo. Credo di non avere dimenticato nessuno, in questa domenica bestiale come direbbe Fabio Concato. Ad majora semper.”

Print Friendly, PDF & Email