Vittoria. Prelati: una bella settimana di sport

VITTORIA – “La prima settimana di marzo – ha dichiarato l’esperto alle Politiche sportive, Fabio Prelati – sarà una bella settimana di sport”.
“Si inizia – continua Prelati – con l’Ecotrail della Val d’Ippari, organizzato dalle associazioni sportive “No droga, no doping” e “Sportaction”, valevole quale seconda prova del Circuito Ecotrail Sicilia 2015. Domenica 1 marzo, con inizio alle ore 9, nella Villa Comunale di Vittoria, centinaia di podisti provenienti da tutta la Sicilia avranno modo di apprezzare le bellezze naturalistiche della nostra valle in quello che si configura come uno degli eventi sportivi più attesi dagli amanti della corsa. La gara prevede un tratto di 17 chilometri all’interno della zona di pre-riserva e dei walktrail per gli atleti non agonisti. Nella stessa mattinata, a cura dell’associazione Grotte Alte, alle ore 9, si svolgerà una passeggiata all’interno della stessa Valle dell’Ippari. Giorno 4 marzo, presso il Parco di Serra San Bartolo, con inizio alle ore 10, la città ospiterà la fase regionale di corsa campestre studentesca. Un evento da me fortemente voluto e per questo ringrazio la coordinatrice dell’Educazione Fisica presso l’Ufficio Scolastico Provinciale, Franca Almanza, per aver accolto il mio invito. Il Parco di Serra San Bartolo torna ad essere luogo di sport e di sano confronto agonistico fra centinaia di studenti provenienti dalle provincie siciliane. I due eventi, quindi, sono accomunati da un’unica matrice: coniugare la pratica sportiva alla promozione delle nostre bellezze naturalistiche. Domenica 8 marzo, nel Palazzetto dello Sport di Vittoria, con inizio alle ore 18, si svolgerà “The Night Fight”, promossa dalla Schininà Boxing Tam Promotion e, anch’essa, patrocinata dal comune di Vittoria. Protagonisti della serata alcuni pugili vittoriesi: il professionista Francesco Invernizio, Marco Caruso e Debora Vacirca, che combatterà per la conquista del titolo italiano K1 semi pro. Mi piace sottolineare come, fra i pugili, avremo due ragazzi migranti, Haitham Fares e Nayibullak Nazkhay, che sono stati inseriti nell’associazione sportiva del maestro Schininà su input di questo Assessorato allo sport. Un esempio concreto di come lo sport diventa formidabile strumento d’integrazione sociale”.

Print Friendly, PDF & Email