27 Gennaio 2023

ITALREPORT

Quotidiano on-line

Tavolo tecnico con INPS e INAIL: le proposte del Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

5 min read

Nel documento elaborato dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro idee per il miglioramento dei servizi

ROMA (RM) – Il Consiglio Nazionale, nell’ambito delle proprie prerogative istituzionali e delle attività di relazione con Enti ed istituzioni, ha incontrato recentemente i vertici dell’INPS e dell’INAIL.
Le occasioni di incontro sono state le riunioni del Tavolo tecnico permanente di confronto, tenutesi l’8 marzo 2018 con la Direzione Centrale Entrate INPS e il 9 marzo 2018 con la Direzione Centrale Organizzazione Digitale INAIL.
Durante gli incontri, sempre improntati al confronto ed alla fattiva collaborazione, il Consiglio Nazionale ha presentato agli Istituti medesimi alcune proposte di modifica delle relative procedure, al fine di facilitare l’interlocuzione tra gli Istituti ed i Consulenti del Lavoro semplificando numerosi adempimenti
Le proposte avanzate dal Consiglio Nazionale, per il tramite della Commissione Rapporti Esterni, tendono al miglioramento ed all’implementazione di alcune funzionalità come di seguito sinteticamente illustrate.

Proposte per la Direzione Centrale Entrate dell’INPS

1) ISTANZA TELEMATICA DI COMPENSAZIONE CREDITI
In presenza di crediti contributivi, una delle modalità di recupero degli stessi è rappresentata dalla presentazione dell’istanza telematica di compensazione con altri debiti, da inoltrare tramite cassetto previdenziale. Inoltrata la predetta istanza però non è, allo stato attuale, possibile verificare quando la stessa viene presa in carica né il relativo esito.
SOLUZIONE PROPOSTA
Invio in automatico di una email al Consulente del Lavoro che confermi la definizione della pratica.

2) MODIFICA UNIEMENS CON GENERAZIONE O MENO DI VIG
La modifica dell’UNIEMENS che comporta la variazione del saldo della denuncia contributiva genera la creazione del modello VIG. Anche in questo caso non si ha contezza di quando le modifiche proposte siano andate a buon fine se non mediante consultazione del cassetto previdenziale.
SOLUZIONE PROPOSTA
Anche per questa fattispecie sarebbe sufficiente l’invio al Consulente del Lavoro di una email/alert che confermi l’accettazione della modifica e/o della generazione VIG e della variazione contributiva relativa.

3) PROCEDURA RETTIFICA UNIEMENS
Sempre più frequentemente si ricorre alle variazioni di UNIEMENS già trasmessi: per note di rettifica, recupero di sgravi, adeguamento minimali, ecc.. Sono operazioni molto delicate perché vanno, il più delle volte, ad incidere su dati già consolidati. Nonostante l’importanza di tale procedura, non esiste una guida alle varie casistiche e relative modalità tecniche di comportamento.
SOLUZIONE PROPOSTA
Predisposizione a cura dell’INPS di un Vademecum per illustrare ed approfondire le varie fattispecie.

4) ANNULLAMENTO AVVISI DI ADDEBITO
Le procedure dell’INPS per l’annullamento degli avvisi di addebito sono operative solo parzialmente e non in modo omogeneo in tutte le sedi.
SOLUZIONE PROPOSTA
Predisporre un riepilogo e aggiornamento nazionale sulle modalità di sgravio per le vecchie cartelle esattoriali ancora giacenti in stato di sospensione, nonché per gli annullamenti degli avvisi di addebito che sono stati pagati con F24 dopo la notifica dei ruoli. Indicare le eventuali soluzioni alternative nell’ipotesi non fosse applicabile la procedura per l’emissione dello sgravio.

5) LA STRINGA CONTRIBUTIVA
All’atto dell’inquadramento delle aziende (o di modifica dello stesso) vengono attribuiti dall’Istituto: il numero di matricola, il CSC e i codici di autorizzazione. Indicazioni fondamentali per determinare la giusta aliquota contributiva che le stesse aziende dovranno applicare per il corretto versamento dei contributi all’INPS. Nessun supporto, però, è previsto a favore dell’utenza per la corretta individuazione dell’aliquota da applicare.
SOLUZIONE PROPOSTA
Creazione di una utility che all’inserimento del numero di matricola, dei codici d’autorizzazione e del CSC attribuiti, restituisca l’aliquota corrispondente comprensiva del dettaglio delle varie assicurazioni applicabili (es. IVS, DS, Malattia, CIG ecc.).

Da ultimo, due informazioni:

1) a breve, la Direzione Centrale Servizi agli Utenti fornirà alle sedi territoriali dell’Istituto i dati statistici sull’utilizzo del cassetto bidirezionale. Nel dettaglio, per tipologie di pratiche (Durc, Note di rettifica, CIG, ecc.), verrà evidenziato il rispetto, o meno, della soglia di tempo prefissato per la risoluzione della pratica e la giacenza media delle istanze rimaste inevase. Ciò consentirà di basare su dati certi la discussione nei tavoli tecnici territoriali fra le direzioni territoriali dell’INPS ed i dirigenti provinciali dei Consulenti del Lavoro. Il tutto nello spirito di collaborazione e confronto volto alla riduzione dei tempi di risposta e, soprattutto, ad elevare la qualità delle risposte stesse.
L’avvio e i dettagli operativi dell’iniziativa saranno prontamente comunicati.
2) Le attese circolari dell’INPS, sugli incentivi Anpal 2018 per il mezzogiorno e per l’assunzione di giovani Neet, non saranno probabilmente pubblicate in tempo utile per permetterne l’applicazione nel mese di marzo. Si profila, pertanto, uno spostamento del conguaglio nel prossimo mese di aprile, quando sarà possibile il recupero del trimestre gennaio/marzo.

Proposte per la Direzione Centrale Organizzazione Digitale INAIL

1) ISTANZE DI DILAZIONE DEI PREMI ASSICURATIVI
Sono ancora cartacee. E’ necessario implementare una procedura telematica per la gestione automatizzata.
2) PAGAMENTI STORICI E VISUALIZZAZIONE
È necessario implementare negli archivi la possibilità di visualizzare gli F24 già pagati.
3) AUTOLIQUIDAZIONE IN CORSO D’ANNO
Nelle ipotesi in cui occorre inviare l’autoliquidazione in corso d’anno, la stessa è inviabile solo via Pec. Occorre, invece, che anche questo adempimento venga canalizzato tramite la procedura telematica in uso per le scadenze annuali.
4) SCHEDA CONTABILE INAIL
Costituzione di un tavolo tecnico al fine di semplificare e razionalizzare la lettura della scheda contabile presente nella pagina di consultazione delle ditte. Le maggiori difficoltà si riscontrano nella parte della scheda relativa all’indicazione dei crediti/debiti, dove spesso mancano i riscontri per comprendere i flussi che utilizza l’INAIL per generare le rispettive partite debitorie o creditorie.
5) PROFILAZIONE STP
Con circolare n. 35 del 13 settembre 2017 l’INAIL ha delineato il quadro normativo relativo alla titolarità delle deleghe ed alla relativa tenuta del LUL da parte delle STP. Per rendere automatizzato il passaggio dal singolo Consulente del Lavoro alle predette S.T.P., si auspica l’imminente rilascio di una procedura che migri sia le deleghe, che l’autorizzazione alla tenuta del LUL per le aziende associate.
Inoltre, nel mese di aprile sarà riunito il tavolo tecnico tra il Consiglio Nazionale e la Direzione Centrale Rapporto Assicurativo per la disamina della nuova tariffa dei premi. Sono state recepite, infatti, alcune delle osservazioni dei Consulenti del Lavoro, ad una prima bozza di lavoro sottoposta alla categoria qualche mese fa. La nuova tariffa dei premi si prefigge l’obiettivo di ridurre il contenzioso sull’applicazione delle voci di rischio, attraverso un accorpamento di alcune lavorazioni e la creazione di altre nuove. Particolare attenzione sarà rivolta a quei settori che, nel processo di razionalizzazione, però, transiteranno verso tassi più elevati.

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share