Distretto turistico degli Iblei: “In crescita fermento per nuove azioni di incoming destinate a incrementare i visitatori”

Ragusa, 21 giugno 2015 – Tra l’offerta turistica del polo della Sicilia Greca e l’educational tour con i top manager dei tour operator provenienti dalle metropoli canadesi di Toronto e Montreal. Sono giorni di frenetica attività per il Distretto turistico degli Iblei che, così come nell’intento del presidente, Giovanni Occhipinti, insediatosi appena nel febbraio scorso, sta marciando a mille con l’intento di recuperare il tempo perduto in relazione a un settore che ha bisogno di essere curato in maniera sempre più attenta anche per le importanti ricadute economiche che lo stesso può assicurare a tutto il territorio. “L’attivazione del progetto sulla promozione dell’offerta turistica nel polo della Sicilia Greca, presentato appena ieri – dice il presidente Occhipinti – si inserisce a menadito nella programmazione che il nostro Distretto sta cercando di portare avanti per favorire l’incoming. C’è ancora molto da fare per quanto riguarda lo sviluppo di strategie innovative di cooperazione con operatori nazionali ed internazionali disponibili a incentivare pacchetti turistici che offrono questa zona della Sicilia sfruttando l’aeroporto di Comiso come principale porta d’accesso. Ma ritengo che con questo progetto potremo fornire delle risposte molto interessanti grazie anche alla collaborazione con il Comune di Comiso e al supporto della Soaco, la società che gestisce lo scalo casmeneo”. Nelle prossime ore, intanto, il Distretto turistico sarà impegnato a ospitare, insieme con Soaco e con Alitalia New York, i top manager delle principali città canadesi che avranno dunque l’opportunità di visitare il territorio e di rendersi conto delle potenzialità, dal punto di vista turistico, che lo stesso è in grado di esprimere. “Abbiamo disposto un educational tour, che rientra nell’ambito del progetto di promozione Enjoy life – aggiunge il presidente Occhipinti – che punta ad attuare la creazione, in maniera strategica, di voli diretti tra il Nord America e l’aeroporto La Torre di Comiso. Stiamo esplorando tutti i percorsi che riteniamo funzionali al raggiungimento di tale obiettivo. Stiamo cercando di attivare nuovi indirizzi che ci permettano di fare conoscere in tutto il mondo le potenzialità del nostro splendido territorio”.

Print Friendly, PDF & Email