27 Febbraio 2021

ITALREPORT

Quotidiano on-line

UNICREDIT: SILEONI A MUSTIER, CHIAREZZA E TRASPARENZA SU RINUNCIA TOP MANAGEMENT A PREMI IN DENARO 2020

2 min read

In una situazione di massima drammaticità per il paese Italia ci sono Persone che vorrebbero apparire “generosi” e concretamente solidali. Ma sarebbe grave se si scoprisse che nei fatti il loro impegno a sostegno dell’attuale emergenza sanitaria è solo di facciata e sarebbe vicino a zero euro.
Fa bene il Segretario Generale della Fabi a chiedere chiarimenti a Mustier sulla rinuncia dei benefit. Mustier, chiarisca non solo a Lando Maria Sileoni, ma a tutti gli italiani.

Ecco il comunicato stampa diramato dalla Federazione Autonoma Bancari Italiani:

«Non cerco polemiche in un momento così difficile per tutti, ma soltanto chiarezza e trasparenza. Vorrei che Jean Pierre Mustier chiarisca bene la storia della rinuncia ai premi in denaro 2020 da parte del top management della banca. Ieri, insieme a tutto il vertice di Unicredit, Mustier ha annunciato di voler devolvere i premi in denaro di quest’anno a iniziative sociali. Bene, molto bene. Ma chiedo: si tratta di un sacrificio fittizio o reale? I premi, che Mustier promette di devolvere a Unicredit Foundation, al momento non esistono. Ci corregga se sbagliamo. Infatti, quei premi dovrebbero esser pagati l’anno prossimo e si calcoleranno sui risultati raggiunti quest’anno, che, tuttavia – purtroppo, aggiungo – con ogni probabilità saranno sotto le attese per tutto il settore. Quindi, se il gruppo verosimilmente non centrerà gli obiettivi, non ci saranno premi da distribuire e non sarà possibile rinunciare proprio a nulla, con la evidente conseguenza che la somma destinata a iniziative sociali potrebbe essere pari a zero euro. Ci vuol chiarire questo aspetto, per favore? La beneficienza è un grande gesto di generosità che va sempre valorizzato e apprezzato: ci può dire per cortesia se il gruppo bancario da lei guidato intende donare “denaro fresco” per la Protezione civile come, ad esempio, stiamo facendo noi della Fabi? Non vogliamo essere polemici, ci sembra di aver capito che, lei, Mustier si sia limitato a firmare una cambiale o un cosiddetto “pagherò”, una promessa futura piuttosto che un concreto e immediato impegno. La prego, sia più chiaro, nell’interesse di tutti: del gruppo che lei rappresenta, delle lavoratrici e dei lavoratori bancari che stanno in trincea e in prima linea, e anche di tutti – ripeto tutti – gli altri istituti di credito italiani che, sul tema della beneficenza, sono stati estremamente concreti, trasparenti e chiari. Intanto, come lei sicuramente saprà, le trattative sul piamo industriale di Unicredit stanno andando avanti con il massimo senso di responsabilità di tutto il fronte sindacale». Lo dichiara il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, rivolgendosi all’amministratore delegato di Unicredit, Jean Pierre Mustier.

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share