5 Marzo 2021

ITALREPORT

Quotidiano on-line

Via libera all’esenzione da bollo e registro per le piccole cause

1 min read

Non dovuti per le sentenze di appello alle pronunce del Giudice di Pace

Roma, 10 novembre 2014 – Nessun pagamento dell’imposta di registro e di bollo sulle sentenze relative alle cause, di valore più modesto. È quanto chiarisce la risoluzione n. 97/E dell’Agenzia delle Entrate del 10 novembre 2014 che, alla luce del recente orientamento della Corte di Cassazione, estende l’esenzione anche alle sentenze di appello dei provvedimenti del Giudice di Pace.
Le imposte di bollo e di registro vanno in soffitta – Per le cause e le attività conciliative “in sede non contenziosa” di valore no n superiore ai 1.033,00 euro, il pagamento dell’imposta di bollo e di registro non è dovuto, anche per gli atti e i provvedimenti emessi dai giudici ordinari nei successivi gradi di giudizio.
L’esenzione dall’imposta di registro non è più ristretta alle pronunce del Giudice di Pace (art. 46 della legge n. 374/1991), ma anche alle relative sentenze di appello del tribunale ordinario.

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share