16 Gennaio 2022

ITALREPORT

Quotidiano on-line

Vittoria. Criminali all’assalto della città. Lo Stato vincerà.

2 min read

Vittoria. 28 novembre 2021
Un giovane di cui non si conosce l’identità è stato ferito a coltellate la notte scorsa.
Una sorta di movida violenta che si accanisce in una zona di Vittoria, la piazzetta antistante la scuola Vittoria Colonna, già da tempo nelle mani di gruppi di giovanissimi che impongono con la violenza la loro “legge”.
Basti pensare che tra i tanti episodi denunciati da tutti gli abitanti della zona, uno di questi, accaduto circa 4 mesi addietro, ha assunto la forma di una vera e propria sfida alle istituzioni. Mentre l’allora candidato Francesco Aiello, oggi sindaco, teneva un comizio, alcuni di questi appartenenti al “branco” che frequenta la zona, hanno danneggiato un interruttore della corrente elettrica, per togliere la corrente e staccare di conseguenza, il microfono utilizzato per il comizio. In quell’occasione Aiello avvertì la polizia che è subito intervenuta, ma naturalmente, gli autori dell’episodio di teppismo, si erano già dileguati quando è arrivata la volante.
Un altro appuntamento quindi, con un atto delinquenziale, una serie di episodi criminali, che se volessimo fare giornalismo fantascientifico, potremmo definire programmati, calibrati e organizzati.
Si potrebbe persino ipotizzare un tentativo di impedire di fare rimettere in cammino una città, che ha vissuto la tragedia del commissariamento del Comune e l’interruzione della democrazia.
Lo stesso Prefetto di Ragusa, in visita a palazzo Iacono due giorni addietro, ha definito il commissariamento di un ente, seppure a volte necessario, come una interruzione di un percorso democratico.
Su questo ultimo episodio, il sindaco ha rilasciato una dichiarazione che rilancia la fiducia nelle istituzioni.
“Sua eccellenza il Prefetto di Ragusa, nel corso della sua inaspettata e graditissima visita al Comune, ha detto che i riflettori dello Stato sono puntati su Vittoria, io credo a ciò che ha detto il capo del Governo di questa provincia e sono certo che il malaffare, la criminalità e il sopruso, saranno spazzati via molto presto. Già i primi segnali sono arrivati con la decisione del Questore, di effettuare controlli straordinari del territorio; diamo tempo allo Stato, di svolgere il proprio ruolo di tutore della sicurezza, della libertà e della democrazia”.
Intanto gli investigatori stanno lavorando senza sosta per cercare di far luce su questo ultimo inquietante episodio.

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share