24 Novembre 2020

ITALREPORT

Quotidiano on-line

Vittoria. “Spara ai fascisti” di Stefano Pepi, sabato al Chiostro delle Grazie.

3 min read

Redazione Due, Vittoria, 27 ottobre 2017.- Verrà presentato, sabato 28 ottobre, alle ore 17,30 presso la sala, “E. Giudice”, Chiostro delle Grazie, di Vittoria, l’ultimo saggio storico del ricercatore acatese Stefano Pepi: “Spara ai fascisti- L’assalto americano a Vittoria”. L’incontro-dibattito sul tema, “Passato e presente fra storia e politica”, organizzato in occasione del Settantaquattresimo anniversario dello sbarco in Sicilia degli Angloamericani, vedrà come relatore lo storico Francesco Ereddia. Gli interventi, invece, coordinati dal professore Antonio Cammarana, saranno a cura del dottor Gianfranco Francione referente per Vittoria dell’Associazione Culturale “Lamba Doria” e del dottor Domenico Anfora, esperto di Storia Militare. Concluderà i lavori l’autore del saggio, Stefano Pepi un ricercatore storico che con passione ed entusiasmo si è dedicato negli ultimi anni ad una infaticabile opera di ricerca storica sulla Seconda Guerra Mondiale, rivolgendo particolare attenzione alla propria terra di origine. I risultati delle sue ricerche hanno già trovato forma in due saggi: “Obiettivo Biscari”, edito nel 2011 dalla casa editrice Mursia e scritto insieme a Domenico Anfora, e “Biscari Fascista”, edito nel 2016. “Spara ai fascisti- spiega Stefano Pepi- ha voluto proporre una attenta indagine storica sulla città di Vittoria, riguardante l’arco di tempo compreso fra gli inizi del ventennio fascista e l’occupazione angloamericana, avvalendosi del prezioso supporto documentario rappresentato, in particolare, dalle carte custodite nell’Archivio di Stato di Ragusa e nell’Archivio Ufficio Storico Stato Maggiore dell’Esercito. Nel primo capitolo del libro si è voluto fornire innanzitutto un approfondimento sulla vita politica della città di Vittoria, attraverso una focalizzazione sulle sue due parti contrapposte, quella comunista e quella fascista e sulle personalità locali più di spicco ad esse appartenenti. Nel secondo capitolo si è potuta offrire, invece, una ricostruzione dettagliata dei vari momenti degli eventi bellici. Con il terzo ed ultimo capitolo, infine, dedicato al periodo di occupazione angloamericana della città, l’attenzione è stata rivolta, soprattutto, ai primi provvedimenti dell’A.M.G.O.T., alla rimessa in moto della macchina amministrativa attraverso la formazione di una nuova giunta municipale, alle epurazioni, al rastrellamento dei gerarchi fascisti, alle attività più o meno lecite, attraverso le quali la popolazione cercò di far fronte alla miseria ed alla funzione mediatrice della Chiesa”. “Stefano Pepi- sottolinea il prof. Antonio Cammarana, autore della prefazione al volume- con il saggio Spara ai fascisti, presenta all’attenzione non solo degli studiosi di storia contemporanea, ma anche di un più vasto pubblico di lettori, una visione d’insieme degli avvenimenti politici civili e militari in cui si trovò avviluppata la città di Vittoria al momento dello sbarco angloamericano in Sicilia del luglio 1943, ricostruita per mezzo di una miriade di fatti storici particolari, intelligentemente selezionati ed assemblati”. La postfazione del volume è stata invece affidata all’amico e compagno di ricerche storiche, Domenico Anfora. “E’ importante leggere il libro di Stefano- tiene ad evidenziare lo storico- per conservare e tramandare la nostra memoria, ma anche perché le nuove generazioni rivivano ciò che hanno vissuto i nostri avi e capiscano che ciò che vediamo in televisione in terre lontane come la Siria e l’Afghanistan non è una realtà virtuale o un film di guerra, ma il frutto di una concreta cattiveria dell’uomo, di un egoismo prevaricatore e distruttore che ha cavalcato tutti i secoli e che ha devastato ogni territorio, anche il nostro. Una realtà, purtroppo, ancora attuale che può colpire chiunque e in ogni luogo. Ogni libro che riesce a raccontare efficacemente storie di guerra è un insegnamento che dirige verso il valore della pace. Questo è l’augurio che porgo a Stefano”.

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share