6 Ottobre 2022

ITALREPORT

Quotidiano on-line

Vittoria. Villa comunale “segnali inquietanti e oscuri avvertimenti”.

2 min read

Vittoria. 7 agosto 2022
Ieri sera, come noto, è stata inaugurata la villa comunale, ritenuta dal Sindaco Aiello ma anche da migliaia di cittadini, il fiore all’occhiello della città.
Immediata la risposta di chi, evidentemente, non vuole perdere il “controllo” di una zona appartata, che considerava sua, dove si può fare tutto ciò che si vuole, spaccio, prostituzione, bullismo e tanto altro ancora. Adesso che sono stati disposti turni di controllo e sono state installate telecamere di sorveglianza, il segnale è arrivato in fretta, forte e chiaro. Il guardiano ha chiuso il cancello con il lucchetto alle 13,00 e quando è tornato per riaprire, lo ha trovato, nella parte dove si inserisce la chiave, pieno di un potente collante, per cui si è reso necessario l’intervento del fabbro che ha dovuto tagliare il lucchetto. In Sicilia e a Palermo in particolare, in molte zone in cui predominano gruppi criminali che impongono le loro leggi a quanti vogliono avviare attività commerciali in alcuni quartieri, questo è il sistema più utilizzato. Un sistema quindi, da considerare un vero messaggio mafioso. Questo è accaduto oggi nella nostra Vittoria.
Nulla a che vedere con i tondini di ferro con un bullone saldato sotto, utilizzati da chi apre e chiude le saracinesche per la fornitura idrica alla città, rubati mesi addietro, che la Commissione straordinaria scambiò per un atto da accreditare alla mafia.
Una sfida dunque, un messaggio inequivocabile che non lascia spazio a supposizioni.
Un messaggio che le forze dell’ordine sanno sicuramente leggere, interpretare e contrastare con ogni mezzo.
Il Sindaco, appena è venuto a conoscenza di quanto è accaduto, ha detto ” non mi fermeranno, non ci fermeranno, andremo avanti per la nostra strada e affronteremo tutto ciò che ci sarà da affrontare”.
La villa comunque rimane regolarmente aperta ed è presidiata in maniera adeguata.

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share