21 Luglio 2024

ITALREPORT

Quotidiano on-line

Chiaramonte, richiamo del Ministero al Comune per la mancata approvazione del bilancio stabilmente riequilibrato. Iacono: “Fatto grave che dimostra lo sbandamento dell’amministrazione”

2 min read

“L’ennesimo scivolone di un’amministrazione che non riesce a tenere la barra dritta. È pervenuta al Comune una nota della Regione nella quale si segnala – da parte del Ministero dell’Interno – come ancora non sia stata presentata da parte del nostro ente l’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato”.A dirlo è il gruppo consiliare “Iacono Sindaco” con una nota dei componenti Gaetano Iacono e Federico Chinnici di Fratelli d’Italia.
“Una diffida particolarmente grave – proseguono – di cui il sindaco deve assumersi la responsabilità per i ritardi evidenziati. L’articolo 259 del Testo Unico degli Enti Locali parla chiaro sull’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato: “Il consiglio dell’ente locale presenta al Ministro dell’interno, entro il termine perentorio di tre mesi dalla data di emanazione del decreto di cui all’articolo 252, un’ipotesi di bilancio di previsione stabilmente riequilibrato”
“Dopo il dissesto, dopo lo stato di agitazione dei dipendenti che non conoscono ancora il loro destino adesso arriva anche il ritardo dell’amministrazione Cutello che non ha presentato per tempo il bilancio stabilmente riequilibrato. Il ruolo principale di chi oggi guida il Comune dovrebbe essere quello della massima attenzione nella gestione del bilancio e invece Chiaramonte rischia di essere commissariato, per quanto concerne l’approvazione del bilancio, se non presenta entro 10 giorni l’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato”, continuano i consiglieri.

“Una macchina amministrativa allo sbando e ditte che ancora non hanno ricevuto un euro dal Comune: oggi è questa la situazione di Chiaramonte. Il sindaco non cerchi scuse e si occupi dello stato di salute dei bilanci che custodiscono i soldi dei contribuenti”, concludono Iacono e Chinnici.

 

Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RSS
Follow by Email