12 Luglio 2024

ITALREPORT

Quotidiano on-line

Comiso. Ha inseguito una donna per strada per usarle violenza la polizia lo ferma per il reato di violenza sessuale.

2 min read

Comiso. 29 maggio 2024
Continua senza sosta l’attività di prevenzione e repressione dei reati da parte della polizia di Stato, con particolare attenzione ai reati contro la persona.
Nella giornata di giovedì u.s. gli agenti della squadra mobile di Ragusa e quelli del locale commissariato hanno proceduto al fermo di indiziato di delitto un sedicenne di nazionalità tunisina, in atto affidato ad una Comunità per minori stranieri non accompagnati di Comiso, in quanto gravemente indiziato del reato di violenza sessuale nei confronti di una donna di 33 anni.
Nello specifico, nelle prime ore del pomeriggio di giovedì scorso il giovane, dopo aver notato la donna all’interno della villa comunale di Comiso, ha iniziato a seguirla indirizzando nei confronti della stessa insistenti avances sessuali; la donna, percepito il pericolo, cercava di allontanare il giovane straniero e accelerava il passo per distanziare il molestatore.
Il minorenne, noncurante dei rifiuti e delle richieste di aiuto da parte della vittima e delle circostanze di luogo e di tempo, con una mossa fulminea, è riuscito a bloccare la donna costringendola a subire atti sessuali.
Le urla disperate della vittima hanno attirato l’attenzione di un passante che è intervenuto mettendo in fuga il giovanissimo cittadino tunisino.
In considerazione di quanto accaduto ed a seguito della denuncia sporta dalla donna è stata avviata una immediata attività di indagine, con l’acquisizione e analisi delle immagini dei sistemi di video sorveglianza presenti nei pressi della villa comunale e nelle vie adiacenti e con l’acquisizione delle dichiarazioni rese da testimoni oculari che hanno assistito alla violenza subita dalla vittima, attività che permetteva di risalire alle fattezze fisiche e somatiche del minorenne.
Pertanto i poliziotti iniziavano serrate e mirate ricerche del soggetto nelle zone interessate dall’evento delittuoso che in breve tempo è stato rintracciato nonostante frattempo, avesse anche cambiato i vestiti al fine di depistare le indagini.
In considerazione dei gravi indizi di colpevolezza e del concreto pericolo di fuga il cittadino di nazionalità tunisina è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto da parte della polizia giudiziaria e su disposizione dell’Autorità Giudiziara competente è stato condotto presso il Cpa di Catania.

Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RSS
Follow by Email