19 Luglio 2024

ITALREPORT

Quotidiano on-line

Comiso. Sicurezza in città,Bellassai (PD): Non è solo un problema di controlli, occorre pensare da subito ad un piano Marshall sociale per ridare tranquillità ai cittadini

2 min read

“La sicurezza in città è sempre più messa a dura prova. Quanto accaduto di recente, con riferimento al tentato stupro di una giovane, pone con urgenza la necessità di predisporre un piano d’azione. Un piano che non tenga solo conto della impellente esigenza di accrescere i controlli, come, d’altronde, in parte è stato già attuato dalle forze dell’ordine presenti sul territorio e che non ringrazieremo mai abbastanza per la loro attenzione pur a fronte di tutte le difficoltà con cui quotidianamente si trovano costrette a fare i conti; ma anche della possibilità di valutare la creazione di una sorta di piano Marshall sociale che cerchi di recuperare le sacche di stranieri e di cittadini locali dediti allo spaccio di stupefacenti o al consumo smodato di alcol, con ricadute potenzialmente pericolose per i residenti e per chi vuole vivere la città soprattutto nel centro storico, nello specifico in piazza Fonte Diana”. Lo dice il capogruppo del Pd al Consiglio comunale, Gigi Bellassai, che manifesta il proprio disappunto per la gravità degli episodi che, proprio sul fronte della sicurezza, si sono registrati di recente. “Basta fare un giro in centro, a qualsiasi ora del giorno – ancora Bellassai – per rendersi conto che la situazione sembra essere sfuggita di mano. Non vogliamo lanciare accuse contro chicchessia. Piuttosto, sarebbe opportuno portare avanti, in questo campo, una strategia comune, coinvolgendo, oltre alle istituzioni, anche i rappresentanti delle associazioni di categoria e del mondo sociale, affinché, sempre di più, si possa trovare uno spiraglio adeguato al fine di adottare delle contromisure efficaci. La questione non è soltanto legata alla sicurezza tout court. Occorre, piuttosto, ripensare con efficacia un modello sociale che tenga conto delle sopravvenute e modificate esigenze di un substrato popolare radicalmente mutato rispetto al passato. Come Pd siamo disponibili a fornire il nostro supporto, a dare una mano. Ma è indispensabile la buona volontà da parte di tutti per avviare un ragionamento sostenibile sulla strada da compiere. Riteniamo che possano esserci tutte le premesse per avviare questo percorso nella maniera migliore se ci sarà la volontà di farlo. E un segnale, in questo senso, dovrà arrivare dall’amministrazione comunale”.

Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RSS
Follow by Email